SFS AWARD

SFS Award 2011 from SFScon on Vimeo.

 

Va a Paolo Zilotti il Free Software Award

Paolo Zilotti è il vincitore del Free Software Award 2011. Il collaboratore dell'intendenza scolastica italiana, che nel frattempo è andato in pensione, ha ricevuto il riconoscimento per i suoi meriti nell'applicazione e nella divulgazione del Software Libero. Zilotti è stato premiato nell'ambito della South Tyrol Free Software Conference il 18 novembre organizzata dal Centro Free Software & Open Technologies al TIS innovation park.

Il Free Software Award viene conferito ogni anno dal Linux User Group Bolzano-Bozen-Bulsan. La scelta del vincitore di quest'anno è ricaduta su Paolo Zilotti perché ha dato inizio alla migrazione delle scuole altoatesine di lingua italiana dal software proprietario al software libero ed è riuscito a concluderla in soli due anni.

Nell'ambito del progetto Free Upgrade in South Tyrol's Schools (FUSS) le scuole di lingua italiana hanno sostituito tutti i sistemi software proprietari con Gnu/Linux. Inoltre sono stati effettuati degli investimenti nella formazione dei docenti relativamente a questo sistema operativo ed è stato messo a disposizione a docenti e studenti un gruppo di esperti che potesse aiutarli concretamente in questa fase. Attraverso il progetto FUSS sono stati coinvolti sulla tematica Software Libero 1600 insegnanti, 16000 studenti e 10000 famiglie altoatesine. «Questo esempio documenta come il Software Libero sia l'humus per la cooperazione e l'innovazione» afferma Roberto Bizzo, Assessore Provinciale all'Innovazione, durante la Free Software Conference. Un grande vantaggio della migrazione verso il Software Libero risiede soprattutto nel fatto che gli studenti da casa possono lavorare su Gnu/Linux e così non si creano problemi legali con le licenze.

«Grazie a Paolo Zilotti 83 scuole sono passate al Software Libero» afferma Paolo Dongilli, membro del Linux User Group Bolzano. «A buon diritto si può quindi affermare che Paolo Zilotti si è impegnato per l'applicazione e la diffusione del Software Libero, e che è un degno vincitore del Free Software Award» conclude Dongilli.

Nel corso della Free Software Conference è intervenuto anche il giornalista e scrittore Glynn Moody, che ha parlato di Open Innovation e Open Data. Inoltre sono stati illustrati dei Best Practice altoatesini relativi all'impiego di Software Libero. Il Software Libero non è un tema solo per specialisti del software, ma può entrare anche nelle piccole attività artigiane, come dimostra l'esempio del panificio Seppi di Corvara. L'intera amministrazione dei dati principali, gli appalti di fornitura e le fatturazioni avvengono attraverso Openbravo e i registratori di cassa funzionano con il sistema Linux. «Siamo molto soddisfatti del fatto che sempre più imprese altoatesine usino il Software Libero per riuscire a restare competitivi» afferma Patrick Ohnewein, Manager del Centro Free Software & Open Technologies del TIS innovation park.

SPONSORS

CO-FOUNDER

SOCIAL NETWORKS

#SFScon11